La presa di Roma – Presentazione del libro di Claudio Cerasa (Editore Bur)

5 dicembre 2009

Da Radio Radicale, il video della presentazione di un libro che sembra molto interessante: La presa di Roma – Presentazione del libro di Claudio Cerasa (Editore: Bur). Partecipa Mario Staderini, segretario di Radicali Italiani. Si parla anche di Vaticano, Bettini e Letta. In sintesi, il libro parla di come viene governata Roma, di Roma come trampolino di lancio per la politica nazionale, i rapporti con il Vaticano, la destra romana, Casa Pound, Alemanno, Caltagirone, ecc. ecc.

Tiziana Ficacci ha pochi giorni fa’ recensito il libro per il sito www.nogod.it.

Annunci

Omofobia: Svastichella e la “condanna esemplare” di Alemanno

19 novembre 2009

Alemanno, La Russa e Gasparri. Una classe dirigente non proprio esemplare

A proposito del processo ad Alessandro Sardelli, detto Svastichella, l’uomo che il 22 agosto davanti al Gay Village all’Eur aggredì una coppia di ragazzi, ferendone gravemente uno, la buona notizia è che sia il Comune di Roma sia Arcigay sono stati ammessi come parti civili. Poi però il sindaco di Roma Gianni Alemanno afferma: “Faremo di tutto per avere una condanna esemplare”.

Questa e’ la classica affermazione da Repubblica delle banane. Innanzitutto le sentenze, almeno in un paese che aspira ad essere civile, non devono mai essere “esemplari” ma eque. Non si insegna educazione civica a suon di sentenze “esemplari” e chi le propone, a parte tradire ideologie che con la democrazia liberale nulla hanno a che spartire, cerca di nascondere l’ipocrisia e le responsabilita’ di una classe dirigente che poco o nulla sta facendo contro l’omofobia e il pregiudizio.

Quel pregiudizio, l’ignoranza che ne e’ alla base e la violenza che produce, si combattono con l’informazione, che deve arrivare ai cittadini attraverso la scuola e i mezzi di comunicazione di massa, a cominciare dalla televisione. Ma e’ proprio quella classe dirigente che dovrebbe occuparsi di combattere ignoranza e fanatismo attraverso la conoscenza ad essere vittima di ignoranza e fanatismo. Lo vediamo continuamente in Parlamento, dove una maggioranza di deputati e senatori opportunisti, fanatici e ignoranti impedisce qualsiasi riforma in tema di diritti civili e liberta’ fondamentali, isolando cosi’ l’Italia dal resto del mondo occidentale. Lo abbiamo visto a proposito dell’ultima campagna contro l’omofobia del governo Berlusconi, una campagna improvvisata e allucinante. Lo vediamo dall’omofobia e dall’ignoranza ancora fortemente presenti in TV e sulla stampa, anche quella “colta”. Lo vediamo sempre dalla volgarità, dalla violenza e dalla grettezza di una classe dirigente ignorante e fanatica che non ha eguali in Europa e che invece in Italia continua senza sosta a dar prova d’imbecillita’, a destra come a sinistra (vedi Fassino).

Quello che occorre, caro Alemanno, non sono sentenze esemplari ma un’esemplare classe politica; tutto il resto è ipocrisia.