Berlusconi, la piovra e i libri sulla mafia

28 novembre 2009

Roberto Saviano, autore di Gomorra

“Se trovo chi ha fatto le nove serie de La Piovra e chi scrive libri sulla mafia facendoci fare brutta figura nel mondo giuro che lo strozzo”Silvio Berlusconi

L’uomo e’ previdente, forse sta gia’ pensando alla sua prossima carriera; Berlusconi critico letterario e televisivo. Perché no? La frase qui sopra potrebbe aiutare libri come Gomorra, il bestseller di Roberto Saviano. Certo per Gomorra quell’aiuto arriva tardi ed e’ superfluo, le minacce di morte contro lo scrittore hanno gia’ fatto il giro del mondo. Se ne e’ parlato e se ne parla nei programmi televisivi e sulle prime pagine dei giornali, scrittori e intellettuali hanno promosso e firmato appelli e il libro e’ gia’ stato tradotto in molte lingue e pubblicato in molti paesi.

la prima pagina del britannico Independent del 12/4/2006

Quella frase però potrebbe aiutare quei tanti cittadini onesti che stanno coraggiosamente facendo conoscere il Belpaese con romanzi, saggi, articoli, film, documentari, musica… la notorietà di papi nel mondo non si discute, nei paesi anglosassoni è addirittura conosciuto come godfather (padrino) e le sue “recensioni”, soprattutto in tema di mafia, avranno sicuramente il dovuto risalto.

Quanto a Saviano, nei giorni scorsi lo scrittore ha promosso un appello contro il processo breve e ha risposto al Ministro Bondi: “Ecco perché non possiamo tacere” Saviano scrive al Ministro Sandro Bondi

No, no! Non voglio mica dire che Berlusconi voleva attaccare Saviano per il suo impegno civile. Non sono mica Andreotti che diceva: “a pensar male si fa peccato, ma ci s’indovina“.

Aggiornamento: Sul Fatto c’è un ottimo articolo di Marco Travaglio: Silvio, rimembri ancora?

Annunci